Visit Udine

Il Castello di Udine

1/8

L’imponente fortezza simbolo cinquecentesco del Friuli, si staglia dall’alto di un colle sulla città di Udine, offrendo una vista spettacolare ed emozionante dalla sua sommità.

Il Castello, costruito successivamente al terribile terremoto del 26 marzo 1511, era sede del patriarca di Aquileia e del Luogotenente veneto della Patria del Friuli;
i danni provocati dal sisma furono motivo di rinnovo per questo edificio, al quale parteciparono diverse figure come quella dell’architetto Giovanni Fontana, Giovanni da Udine e Francesco Floreani.
Divenne successivamente museo il 26 luglio 1906 in occasione delle celebrazioni del quarantesimo anniversario dell’unione del Friuli all’Italia.
Da non dimenticare che l’accesso al castello è permesso dal suggestivo Porticato del Lippomano, la cui esecuzione è stata curata dall’omonimo luogotenente.

All’interno del Castello invece, ci si immerge profondamente in un passato storico – artistico ricco e variegato. 


Un’accurata scelta museografica corredata da innovativi supporti multimediali ha portato alla creazione del Museo del Risorgimento e del Museo Archeologico; questi si affiancano alla Galleria d’Arte Antica e al Museo della Fotografia: pregevoli opere d’arte che spaziano dal ‘300 all’800 e riconducibili a Carpaccio, Caravaggio e Tiepolo dunque, ma anche opere fotografiche ottocentesche e novecentesche dei maggiori fotografi operanti in Friuli come Pignat, Bujatti e Brisighelli.


Oltre a ciò, non manca la disponibilità di consultazione per le Raccolte Numismatiche, le Gallerie di Disegni e Stampe, le Raccolte di Scultura e Gipsoteca e i servizi al pubblico della Biblioteca d’Arte e della Fototeca.

Per approfondimenti e maggiori informazioni si rimanda al sito ufficiale dei musei civici del Castello.