Visit Udine

Rifugi Antiaerei e la Grande Guerra

Info utili e contatti
1/3

Nello spazio compreso tra la loggia e il Palazzo del Torso è presente un rifugio antiaereo interrato, riaperto successivamente al restauro del giardino. In questo bunker, costruito nel 1943, donne, anziani, bambini e uomini hanno cercato riparo durante centinaia di allarmi mentre i bombardieri sorvolavano la città.

Il restauro del rifugio, rinvenuto durante i lavori di sistemazione del Giardino del Torso, è stato deciso dal Comune di Udine in memoria delle vittime delle barbarie belliche e come ricordo del coraggio e dei sacrifici della popolazione che, conclusa la guerra, ha partecipato alla pacifica e laboriosa rinascita del Paese e della città.

 Il bunker è accessibile al pubblico ed è già stato attrezzato con materiali dedicati ai rifugi antiaerei del secondo conflitto mondiale, con documenti interessanti tra i quali spiccano una fotografia aerea scattata da un pilota della Raf della città di Udine bombardata e una copia di un manifesto tedesco sulle regole del coprifuoco.

Altro rifugio antiaereo importante a Udine, è quello di piazza Primo Maggio. Il progetto originario vedeva un passaggio sotto tutto il colle del castello, da Giardin Grande a via Manin.