Visit Udine

Aperitivo a Udine

L'aperitivo è un rito sacro a Udine: sopratutto nel fine settimana 


In un giro turistico alla scoperta delle bellezze della udinesi, tra chiese, palazzi e musei merita soffermarsi in una vecchia osteria. Può esser una importante occasione per poter riassaporare riti antichi e assaggi preziosi. Un tuffo in un mondo in cui il tempo scorreva più lento. Le vecchie osterie sono infatti un piccolo tesoro udinese e l'aperitivo è un rito sacro,sopratutto nel fine settimana.


A farla da padrone, accanto all’immancabile “tajut” (il bicchiere di vino) negli ultimi anni si è affermato lo spritz in tutte le sue varianti.

Dalla semplice acqua e vino (che si chiama sempre spritz), si possono raggiungere vette di complessità sempre crescente, aggiungendo vermut e alcolici dalle colorazioni vivaci e dai gusti decisi.


Una curiosità: furono gli austriaci, nel corso fra Settento e Ottocento, a introdurre lo spritz. Per abituarsi ai vini friulani e veneti, che per loro presentavano gradazioni troppo elevate rispetto alla birra, facevano diluire il vino con l’acqua dagli osti dell’epoca.


Da lì è stato tutto un susseguirsi di elaborazioni e invenzioni.